Vuoto esistenziale : Consigli per sapere cosa fare della tua vita

Vuoto esistenziale:

5 consigli per sapere cosa fare della tua vita

 

vuoto esistenziale

 

Ci sono persone che soffrono per ritrovarsi perdute nella vita. Trovare una via d’uscita non è facile.

La vita mentale non può essere compresa solo con le reazioni chimiche che si verificano nel nostro cervello, perché sentiamo emozioni, abbiamo sentimenti e percepiamo il mondo sulla base della nostra esperienza e le nostre convinzioni.

In realtà, tutti noi cerchiamo di senso nella nostra vita….

Il significato della vita ha catturato l’interesse di diverse correnti filosofiche e psicologiche come l’esistenzialismo o l’umanesimo, e si concentra sull’esistenza, la coscienza e la felicità, che interessano molte altre questioni come l’ontologia, lo scopo vitale, l’etica e il libero arbitrio, ecc.

Ma cosa succede quando qualcuno non trova il senso della vita?

Parliamo quindi di vuoto esistenziale o di crisi esistenziale.

Oggi entreremo nei dettagli su questo argomento.

 

 

Qual è il vuoto esistenziale?

 

Il vuoto esistenziale è un viaggio malinconico in cui la persona non è in grado di visualizzare il proprio futuro, perché non sa dove si trova o non si conosce, né è in grado di guardare al futuro perché non ha obiettivi vitali.

Questo può portare la persona a soffrire di grande angoscia esistenziale, e in caso di soluzione, può portare ad uno stato depressivo.

Le persone che si trovano in un vuoto esistenziale possono essere psicologicamente torturate in cerca di una risposta che non riescono a trovare.

Ma se non intervengono, questa situazione può diventare un circolo vizioso.

L’unico modo per sfuggire a questo contesto è nella conoscenza di sé e nella scoperta dei propri desideri per scoprire i propri obiettivi di vita e lottare per essi.

Pertanto, la soluzione è nel risveglio stesso. La risposta futura sta nel presente, nel sapere chi sono, cosa faccio qui e dove vado.

 

 

Crisi di auto-esistenza: sentirsi emotivamente vuoti

 

Gli obiettivi della vita sono necessari per tenerci motivati, perché quando non troviamo un senso nella nostra vita, confusione e tristezza possono prendere possesso di noi.

Il vuoto esistenziale ci porta a provare disagio psicologico quando cominciamo a mettere in discussione le ragioni della nostra stessa esistenza.

In realtà, il vuoto esistenziale è una crisi d’identità che si verifica quando la nostra vita è fuori controllo.

Quindi, i nostri schemi mentali non sono adattativi e la nostra autostima soffre perché non ha una solida base o un quadro di riferimento per guidarlo.

Che cosa sto facendo qui? o qual è il significato della mia vita? È qualcosa che potremmo anche chiederci.

Scoprire chi siamo e cosa vogliamo per noi stessi è fondamentale per il nostro sviluppo personale e per vivere in uno stato d’animo positivo.

In altre parole, l’introspezione ci aiuterà a camminare sul terreno nel presente, in modo da poter camminare verso il futuro che desideriamo.

 

 

Essere emotivamente intelligenti, la chiave per superarlo

 

Negli ultimi tempi, un concetto che ha rivoluzionato il modo in cui le persone si relazionano a se stesse è l’intelligenza emotiva.

Un termine che ha reso celebre lo psicologo americano Daniel Goleman, e che oggi viene applicato in diversi campi: educativo, lavorativo, sportivo e clinico.

Per quanto riguarda quest’ultimo, l’intelligenza emotiva ha dimostrato di migliorare la conoscenza di sé, la motivazione, la gestione e la regolazione delle emozioni e, inoltre, il benessere e la felicità delle persone.

Da quando Salovey e Mayer (1990) hanno introdotto il costrutto, molte indagini hanno dimostrato i benefici dell’intelligenza emotiva.

Incoraggia il processo decisionale e lo sviluppo personale, che hanno molto a che fare con il vuoto esistenziale.

Infatti, gli esperti di sviluppo personale, come gli allenatori, forniscono al coach strumenti di intelligenza emotiva, perché un individuo non può capirsi senza la corretta conoscenza di sé e la gestione delle proprie emozioni.

L’intelligenza emotiva permette a una persona di conoscersi meglio e pianificare obiettivi realistici, che sono fondamentali per uscire dal vuoto esistenziale e tornare in vita.

L’intelligenza emotiva aiuta a mettere da parte la crisi d’identità, e ci permette di vivere più chiaramente la vita, sia nel presente che nel futuro.

 

 

Cosa fare della tua vita quando non trovi la strada giusta

 

Poiché uscire dal vuoto esistenziale ha a che fare con il trovare la propria vera identità, affrontare questa situazione è diverso per ogni individuo.

In altre parole, la strada da seguire è diversa in ogni soggetto e richiede la volontà da parte di ciascuno di evitare di rimanere intrappolato in questa spirale negativa.

Gli psicologi hanno a che fare ogni giorno con persone che si perdono, che non godono il loro lavoro, la loro vita o che sono con un partner che non è davvero facendo loro alcun bene.

Sono ancora lì per paura di lasciare la zona di conforto, per paura dell’incertezza, per paura di incontrare il loro vero sé ….

La felicità si trova in se stessi, nel proprio sviluppo personale e nella propria realizzazione vitale.

 

 

Suggerimenti per superare il vuoto esistenziale

 

Ecco alcuni suggerimenti per superare il vuoto esistenziale

 

1. Conosci te stesso

Come abbiamo commentato nelle righe precedenti, è necessario conoscere se stessi per conoscere il percorso da seguire nella vita.

Non abbiate paura dei vostri desideri.

 

2. Stabilire obiettivi

Stabilire degli obiettivi è la chiave per non sentire il vuoto esistenziale.

Studi scientifici dimostrano che le persone che si prefiggono obiettivi realistici godono di un maggiore benessere mentale e sono più motivate.

In realtà, questo è fondamentale per evitare la depressione.

 

3. Accettare la realtà

Molte volte, la frustrazione e il vuoto esistenziale sono anche il risultato di aspettative irrealistiche e di non accettare la realtà.

Quando ci accettiamo come siamo, il vuoto esistenziale scompare.

 

4. Vivere nel presente

Accettarsi non ha senso se non si vive il presente nella sua interezza.

E’ positivo fissare obiettivi, ma è necessario tenere sempre a mente il luogo da cui partiamo.

 

Ti può interessare:  Vivere nel presente – Vivere nel qui e ora

 

5. Cercare aiuto

In alcuni casi, la confusione è tale che è molto difficile guardare al futuro.

Quindi è necessario avere professionisti in psicologia che possano aiutare le persone a superare il vuoto esistenziale e ad affrontare la giusta direzione verso una vita piena.

 

 

E tu… hai passato per questa situazione nella vita ?

Lascia il tuo commento…

 

Ti può interessare:  Come aumentare la fiducia in se stessi

 

Visita il nostro BLOG

 

Mundo Meditar –  Mundo Meditar YouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja