L’esercizio migliora le prestazioni accademiche

 


esercizio fisico
 

 

Vari studi dimostrano che praticare sport o qualche esercizio fisico aiuta anche a ottenere buoni voti.

Gli anni universitari sono impegnativi, così tanti studenti sentono una grande pressione per ottenere buoni voti, a volte lasciandoli esausti.

Esami importanti possono causare ansia e instabilità emotiva, perché quando sono vicini, è comune per loro essere bloccati nella loro stanza (o nelle biblioteche) per settimane, e possono adottare abitudini dannose come mangiare male, non fare esercizio fisico, ecc.

Adottare questo atteggiamento potrebbe non essere il migliore.

Diversi studi, come quello presentato dall’American College of Sports Medicine, hanno dimostrato che l’esercizio fisico aiuta ad alleviare l’ansia e porta a gradi migliori.

 

I benefici psicologici dell’esercizio fisico

 

Da diversi decenni, gli esperti raccomandano l’esercizio fisico per i suoi numerosi benefici sia fisici che mentali.

Per quanto riguarda quest’ultimo, la pratica regolare di attività fisiche o sportive può aiutarci a raggiungere un maggiore benessere, ma anche a migliorare le nostre funzioni cognitive, indipendentemente dall’età o dalla condizione fisica.

Lo psichiatra John Ratey, professore alla Harvard Medical School e autore del libro The New and Revolutionary Science of Exercise and the Brain, spiega:

“L’esercizio fisico regolare è utile per migliorare la nostra percezione di noi stessi, il nostro umore, la nostra memoria o l’apprendimento”.

Pertanto, l’esercizio fisico regolare ci aiuta a raggiungere prestazioni accademiche più elevate, dal momento che, oltre a produrre i chimici della felicità o migliorare la nostra autostima, ci fornisce anche altri vantaggi che possono favorire un risultato accademico migliore:

Riduce lo stress, migliora la memoria e l’apprendimento, aumenta la capacità cerebrale e migliora la produttività.

Ninete male vero?

 

I 10 benefici psicologici dell’esercizio fisico

 

Punteggi migliori per chi fa esercizio

 

L’esercizio fisico migliora le prestazioni accademiche non è un’idea nuova.

Per questo motivo i ricercatori della Saginaw Valley State University (USA) hanno deciso di testare questa teoria.

Dopo aver analizzato le abitudini di esercizio di 266 studenti, i ricercatori hanno concluso che gli individui che hanno esercitato vigorosamente avevano punteggi più alti sulla scala GPA rispetto a coloro che non lo hanno fatto.

La scala GPA è una media di gradi che vanno da 0,0 a 4,0, ed è utilizzata da molte istituzioni accademiche.

I risultati di questa ricerca hanno mostrato una media più alta di 0,4 punti per coloro che si allenano regolarmente.

Sapendo questo, si consiglia di pianificare alcune sessioni di palestra, yoga o corsa come parte delle ore di studio, se non altro per disconnettersi.

Sono stati documentati anche miglioramenti del rendimento scolastico di bambini e adolescenti.

I miglioramenti nei risultati scolastici attraverso l’esercizio fisico non riguardano solo gli studenti universitari, ma anche i bambini e gli adolescenti, che vedono migliorare i loro voti attraverso l’attività fisica.

Uno studio pubblicato sul British Journal of Sports Medicine afferma che i ragazzi e le ragazze più attivi fanno meglio a scuola.

Per questo studio, un gruppo di ricercatori del Regno Unito, della Scozia e degli Stati Uniti ha misurato il livello di attività fisica di 5.000 ragazzi e ragazze di 11 anni.

I loro punteggi in matematica, inglese e scienze sono stati valutati quando avevano 11, 13 e 16 anni.

Dopo aver analizzato i risultati dello studio, i ricercatori hanno concluso che i bambini fisicamente più attivi all’età di 11 anni hanno ottenuto risultati migliori in tutte e tre le discipline.

Inoltre, 17 minuti di esercizio fisico al giorno sono sufficienti per migliorare le prestazioni scolastiche dei bambini.

Per le ragazze sono sufficienti 12 minuti al giorno.

 

Studi sul rendimento scolastico nei bambini

 

Un altro studio, in questo caso condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università di Vrije (Paesi Bassi), mette in relazione le migliori prestazioni cognitive dei bambini con il loro livello di attività fisica.

Ma sono più gli studi sostengono che l’attività fisica influisce sulle prestazioni scolastiche dei bambini.

Secondo l’Università del Nord del Texas, un cuore e dei polmoni sani hanno un impatto benefico sul livello di lettura dei bambini e il livello di matematica.

Questo può indicare che l’esercizio cardiovascolare migliora entrambe le competenze scolastiche.

Per questo motivo, il direttore dello studio Trent A. Petrie raccomanda che le scuole “rivedano le loro politiche di ginnastica, già che includere più ore alla settimana potrebbe avere effetti benefici nel rendimento degli alunni.

D’altra parte, uno studio dell’Università Autonoma di Madrid, condotto da Irene Esteban-Cornejo, ha analizzato i dati su 2.038 bambini di età compresa tra i 6 e gli 8 anni.

I risultati hanno mostrato che le abilità cardiorespiratorie e motorie eano correlate positivamente con le prestazioni accademiche, sia in modo indipendente e in combinazione.

 

E tu, fai qualche attività fisica?

Lascia il tuo commento e dimmi, che sport fai?

 

Ti può interessare: Come studiare meno e diventare più intelligenti

Visita il nostro BLOG per saperne di più

Visita i nostri articoli di  ” consigli per studiare o lavorare “

 

Mundo Meditar