Il metodo loci per migliorare la memoria

Il metodo dei loci, migliora la tua memoria 

Una tecnica mnemonica che vi permetterà di portare le vostre abilità di memoria ad un livello superiore.

 

metodo loci mundo meditar

 

 

Ci sono tecniche mnemoniche che ci permettono di memorizzare tutto?

Naturalmente, la capacità di elaborare i dati del cervello umano è limitata, ma questo non significa che, seguendo la giusta metodologia e con un po’ di pazienza, non si possano usare trucchi per espandere la memoria fino a limiti impressionanti.

Se avete mai studiato l’argomento, avrete notato che ci sono veri specialisti nello sfruttamento delle risorse della sua memoria.

Persone che, dopo aver allenato la mente giorno dopo giorno, riescono a riprodurre i dati con sorprendente facilità.

In questo senso, il metodo dei loci è uno degli strumenti più utili.

L’educazione tradizionale basata su master class si basa da anni sull’idea che gli esseri umani memorizzino i ricordi come informazioni che “entrano” nel nostro cervello una ad una, separatamente.

Così, nelle classi di educazione obbligatoria è stato molto frequente vedere lezioni in cui l’insegnante recita i nomi di una serie di fiumi, i nomi di re o parti del corpo, nel migliore dei casi aggiungendo a questo bombardamento di dati un elemento di musicalità per facilitare la memorizzazione.

Tuttavia, molti ricercatori nella memoria e nelle scienze cognitive in generale stanno ora sostenendo un’idea radicalmente diversa:

Che è molto più facile per noi memorizzare le cose quando le integriamo in una narrazione, qualcosa che accade in un dato spazio e tempo.

Un modo di intendere la memoria che si basa sul modo in cui le cose tendevano ad essere ricordate migliaia di anni fa.

 

Il ricordo della tradizione orale

 

Oggi la scrittura e la facilità di stampa dei testi fanno sì che quasi tutti abbiano una “espansione” artificiale della loro capacità di ricordare le cose.

Scrivere è, in pratica, la possibilità di creare depositi di memorie a cui possiamo accedere con relativa facilità ogni volta che abbiamo bisogno di consultare determinati dati.

Però, il fatto che questo strumento sia basato sull’esistenza di un certo grado di tecnologia (scrittura, stampa e computer) significa che l’umanità non è sempre stata in grado di godere di questa seconda memoria costituita da fogli di carta e sistemi informatici.

Tuttavia, molte civiltà prosperarono e acquisirono una conoscenza molto dettagliata dell’ambiente in cui vivevano, riuscendo persino a creare leggi, norme e sistemi di valori e credenze molto complessi che fungevano da fattore di coesione sociale.

Come è stato possibile per i membri di queste culture memorizzare questo tipo di informazioni senza avere un accesso costante alle Scritture?

Forse, questo è stato possibile per tradizione orale e mitologia.

Ciò che doveva essere memorizzato è stato spiegato in forma narrativa.

Qualcosa che può essere visualizzato e rapportato ad un ambiente facile da ricordare.

 

Qual è il metodo dei loci?

 

Il metodo dei loci è una tecnica per facilitare la memorizzazione la cui creazione è attribuita al poeta greco Simonides di Ceos.

Il termine “loci”, che in latino significa “luogo”, dà un’idea di cosa sia questo metodo:

Mette in relazione le informazioni da memorizzare con un ambiente tridimensionale che possiamo ricordare ed evocare con vivacità.

In questo modo, il metodo loci sfrutta la memoria spaziale per “espandere” tutta la nostra capacità di ricordare le cose in generale.

Il suo uso comune non migliora la nostra memorizzazione spontanea e non ci fa ricordare molte cose che non abbiamo nemmeno intenzione di evocare in seguito.

Ma è uno strumento che possiamo usare deliberatamente in momenti specifici per accumulare un sacco di informazioni e non dimenticare (senza l’aiuto della scrittura).

Quindi, può essere utilizzato come metodo di studio efficace:

Ci permette di conservare molte più informazioni in modo che possano essere recuperate in seguito.

 

Inserire ricordi in qualsiasi trama narrativa

 

Il fatto che seguendo il metodo di loci introduciamo una nozione di spazio nella nostra memoria ci permette di creare narrazioni che ci permettono di memorizzare facilmente ciò che vogliamo ricordare.

Ad esempio, se vogliamo memorizzare le attività principali che dobbiamo svolgere durante la settimana, possiamo creare una narrazione vivida in cui tutti questi elementi sono presenti.

Non importa se è totalmente surreale e, infatti, più divertente è, più divertente sarà e più facile sarà per noi ricordare.

La chiave è evocare molti dettagli dello spazio o degli spazi in cui si svolge l’azione, tenendo conto di tutte le sensazioni che ogni momento trasmette: tatto, olfatto, colori, ecc.

In questo modo, ogni informazione che dobbiamo ricordare ci condurrà spontaneamente alla prossima:

Una folla di persone (che rappresenta l’incontro a cui dovremmo partecipare lunedì) ci segue attraverso la piazza della nostra città, e ci nascondiamo in un bancomat (che rappresenta le procedure bancarie che dovremmo svolgere il mercoledì).

Insomma, il metodo dei loci può non permetterci di godere di un cervello soprannaturale, ma è certamente utile in molti contesti.

Forse è per questo che viene utilizzato da persone che vogliono migliorare le loro prestazioni lavorative e da campioni del mondo di memorizzazione.

 

E tu ? Usi qualche metodo per migliorare la tua memoria ?

Comincerai ad usare il metodo Loci ?

Lascia il tuo commento e raccontami la tua esperienza:

 

Per saperne di più visita il nostro BLOG

 

Ti può interessare: Migliorare la produttività 

 

Visita il nostro canale per trovare musica per studiare: MUNDO MEDITAR YOUTUBE

 

Ti lascio inoltre un video con musica per migliorare la concentrazione

 

 

Mundo Meditar

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja