Stimolare la tua creatività

10 minuti al giorno per stimolare la tua creatività

 

creatività

 

 

Un breve periodo di tempo in cui ritagliarsi pensieri molto più produttivi.

Da quando Sigmund Freud ha sviluppato le sue teorie sull’inconscio, molto è stato scritto sui processi psicologici che operano nel retro della nostra mente e che, senza che ce ne accorgiamo, influenzano il nostro modo di pensare e sentire.

Ma mentre il padre della psicoanalisi credeva che la funzione dell’inconscio sia quella di proteggerci dalle idee che possono distruggerci se non sono ben gestite…

Lo psicologo Benjamin P. Hardy ha recentemente proposto l’idea che, prestando attenzione a quella parte nascosta della nostra mente, possiamo sfruttare al massimo il nostro potenziale creativo.

E come potremmo “comunicare” correttamente con il nostro inconscio per beneficiare di questa fonte di creatività?

Per fare questo, Hardy propone di dedicare 10 minuti al giorno per contattare i processi nascosti del nostro cervello.

Non è un’attività che ha a che fare con l’esoterismo, anche se parlare di modi per influenzare la parte invisibile della mente umana a volte ci costringe a fare riferimento ad aspetti misteriosi di noi stessi.

Infatti, l’idea di questo psicologo si basa su una routine molto concreta e la cui efficacia può essere scientificamente testata.

 

Iniziare la giornata con una tela bianca per aumentare la creatività

 

L’idea alla base della strategia di Benjamin P. Hardy è in realtà molto semplice.

Questo psicologo presuppone che la maggior parte dei processi mentali avvengano inconsciamente.

E non si riferisce solo a coloro che hanno a che fare con la regolazione dell’umore, la realizzazione di movimenti rapidi di fronte a possibili pericoli o il mantenimento dei nostri segni vitali, che dipendono tutti da strutture evolutivamente antiche del nostro sistema nervoso, come il tronco cerebrale.

No, si riferisce a tutti quei compiti che non richiedono troppa concentrazione:

Andare avanti lungo il percorso che ci porta al nostro posto di lavoro, fare i movimenti necessari per pronunciare una parola che conosciamo bene, prendere una decisione semplice le cui conseguenze non sono molto importanti …

La nostra coscienza si materializza solo in quei processi che realmente richiedono il nostro interesse, la concentrazione o l’improvvisazione.

Per tutto il resto, le strutture cerebrali che si occupano di compiti ripetitivi e automatici possono servire e agire in modo efficiente, senza perdere tempo in riflessioni apparentemente inutili.

La nostra mente cosciente è, secondo questa idea, la cima di una piramide di decisioni che i processi inconsci hanno già preso per noi …

L’idea è quella di “riavviare il sistema”, prendere il controllo di quelle decisioni che l’inconscio di solito prende e ripensare i modelli di pensiero di routine.

 

10 minuti al giorno per rompere i modelli

 

Per ottenere il potere della capacità di scegliere tra molte più opzioni di quelle che ci vengono date in una situazione normale, quello che dobbiamo fare, secondo Hardy, è sfruttare il potere del riposo:

Quando dormiamo, la nostra mente è isolata dagli stimoli ambientali che riceve di solito e può riorganizzare le idee in modi nuovi e innovativi, “ossigenando” i nostri modi abituali di pensare.

 

Quali sono i passi da seguire per aumentare la creatività ?

 

In primo luogo:

Poco prima di andare a dormire, passiamo qualche minuto a pensare ai problemi (quotidiani o meno) che vorremmo risolvere, e poi scriviamo questi problemi su un foglio di carta.

In questo modo, queste sono le idee che avremo nella nostra testa appena prima di dormire e che sarà lavorato automaticamente mentre dormiamo.

Se entriamo nella fase del sogno dopo aver riflettuto su una serie di idee, queste connessioni neurali saranno fresche nel momento in cui dormiamo, e tenderanno a riattivarsi.

Questo li renderà più suscettibili di essere modificati come la nostra coscienza cessa di agire.

 

Il giorno dopo: Subito dopo il risveglio.

La prima cosa che faremo è prendere il foglio su cui abbiamo avuto i problemi scritti e scrivere tutto quello che possiamo pensare in materia, senza fermarci a pensare se è opportuno o meno.

In quei primi 10 minuti della giornata saremo al top del nostro potenziale creativo.

E saremo in grado di affrontare questi problemi con una mente pulita dopo aver lasciato che il nostro lato inconscio riformuli i nostri modelli di pensiero.

 

Campo di applicazione

Questa strategia è un forte richiamo alla routine di Dalí per trovare le idee con cui creare i suoi dipinti.

Può essere molto interessante per tutti coloro il cui lavoro ha un evidente legame con la creatività: scrittori, designer, creativi pubblicitari, ecc.

Ma può essere utile anche per tutte quelle persone che vogliono semplicemente rendere la loro mentalità più aperta e incline al cambiamento.

Facendo questa routine una abitudine costante, mettendo una carta e una penna sul comodino e mantenendo una buona igiene del sonno, le idee di Hardy può trasformare il modo in cui costruiamo la nostra realtà.

E non dobbiamo nemmeno concentrarci sulla ricerca di soluzioni combinando idee strane: la nostra mente inconscia lo fa per noi.

 

E tu, comincerai a usare questa tecnica ? Lascia il tuo commento.

 

Ti può interessare:  Il metodo dei Loci, migliora la tua memoria

 

Puoi leggere anche: Visualizzazione: il potere dell’immaginazione per superare le difficoltà

 

Visita il nostro BLOG 

 

Mundo Meditar

 

 

 

 

Per saperne di più https://es.wikipedia.org/wiki/Creatividad

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja